Indietro

Crostoli di Carnevale al forno

Crostoli di Carnevale al forno


Paese che vai, nome che trovi. Dalle mie parti (in Veneto) si chiamano galani, crostoli; nella mia regione d'adozione (l'Emilia) frappe o sfrappole; in Piemonte bugie, in Lombardia chiacchiere... ma sono sempre gli stessi deliziosi dolci di Carnevale fatti con pochi e semplici ingredienti, rettangolari, cosparsi di zucchero a velo, fritti o al forno. Vi propongo la mia versione vegana: ho scelto di farli al forno non per motivi salutistici ma perché dopo aver passato due giorni a friggere frittelle avevo bisogno di una cottura meno impegnativa. Il risultato? Sapore delicato e dolce al punto giusto, fragranti, leggeri. Continuo a preferire la versione fritta forse perché mi ricorda la mia infanzia, ma sono molto soddisfatta dei miei... galani!

INGREDIENTI:
  • Farina tipo 0, 250 gr
  • Amido di mais, 50 gr
  • Sciroppo d'acero, 80 gr
  • Olio di semi di mais, 50 gr
  • Lievito per dolci, 5 gr
  • Vanillina, 1 bustina
  • Curcuma, 1 pizzico
  • Sale, 1 pizzico
  • Limone biologico, 1
  • Grappa, 1 bicchierino
  • Bevanda di soia, 70 ml
DIFFICOLTA'
Facile *
TEMPO DI PREPARAZIONE
TIPOLOGIA
Dolci
DOSI:
Per 10-15 crostoli

PREPARAZIONE:

In una ciotola mescolate la farina, l'amido di mais, il lievito, la buccia grattugiata del limone, un pizzico di sale e un pizzico di curcuma.

In un recipiente a parte mescolate l'olio e lo sciroppo d'acero (o un altro dolcificante a piacimento). 

Versate la parte liquida nella solida e mescolate, quindi aggiungete la bevanda di soia continuando a mescolare e infine la grappa.

Iniziate ad impastare, fino a formare un panetto solido ma un po' appiccicoso (in caso sia troppo liquido o troppo asciutto aggiustate di farina nel primo caso, di bevanda di soia nel secondo).

Avvolgete l'impasto in una pellicola e lasciate riposare nel frigo per circa 30 minuti.

Spruzzate un velo di farina sul piano di lavoro e stendete l'impasto con un mattarello (se avete la macchina per stendere la pasta anche meglio) fino a ottenere uno strato di pochi millimetri di spessore: con la rotellina ondulata (che io non ho, infatti i miei crostoli come vedete dalla foto hanno i bordi lisci) tagliate dei rettangoli della grandezza desiderata, praticando un taglio al centro in senso longitudinale.

A questo punto potete infornare adagiando i rettangoli su una teglia ricoperta di carta da forno, per circa 10' a 180° (o comunque finché non vedrete la superficie dorata), oppure friggere in olio di arachidi.

Una volta sfornati lasciateli raffreddare e cospargeteli di zucchero a velo oppure zucchero "classico".

Vi consiglio di gustarli insieme a un bicchiere di vino bianco!



Nessun commento. Vuoi essere il primo.