Crumble di mele

Pomeriggio autunnale. L'atmosfera perfetta per un un tè e un dolce all'inglese, sperimentando il famoso crumble di mele: le mele vengono cotte in forno, e cosparse con uno strato di briciole (crumble, appunto) croccanti... Ovviamente senza burro, nel mio caso!

Pane cafone con pasta madre

Da anni "Donata" vive nel mio frigorifero. Me l'ha donata un amico che si chiama, naturalmente, Donato, che a sua volta l'ha ricevuta in regalo da Antonella: perché la pasta madre si regala, si "tramanda" di mano in mano. Da quella volta, appena posso, passo le domeniche a cimentarmi con il pane, la pizza, le brioches...

Torta delle rose con fichi e mandorle

La torta delle rose è un dolce tipico mantovano. Nonostante la sua ricetta preveda parecchio burro e uova, è stato incredibilmente semplice realizzare una squisita versione vegana.

Insalata di avocado

Fa bene al cuore, è antiossidante, ricco di proteine e vitamine, sali minerali e grassi "buoni" come gli omega 3. Ed è buonissimo... soprattutto se abbinato a verdure fresche ed estive, per un'insalata energizzante e rinfrescante.

Crostoli di Carnevale al forno

Paese che vai, nome che trovi. Dalle mie parti (in Veneto) si chiamano galani, crostoli; nella mia regione d'adozione (l'Emilia) frappe o sfrappole; in Piemonte bugie, in Lombardia chiacchiere... ma sono sempre gli stessi deliziosi dolci di Carnevale fatti con pochi e semplici ingredienti, rettangolari, cosparsi di zucchero a velo, fritti o al forno.

Torta con farina di mais

Avevo della farina di mais in scadenza e polenta ne ho già mangiata tanta... così mi sono inventata questa ricetta che credo sia una delle più semplici che abbia fatto: una torta leggera, fragrante, profumatissima, che richiede davvero pochi ingredienti e poco tempo.

Frittata con asparagi vegan

Primavera, tempo di asparagi. Bianchi, verdi, grandi, piccoli. I miei preferiti sono quelli selvatici, con il loro sapore leggermente amarognolo. Anche perché, volete mettere la soddisfazione di raccoglierli con le proprie mani?

Zaeti (o zaletti)

I zaeti sono dei biscotti tipici veneti (veneziani) realizzati con la farina per polenta. Quand'ero bambina la gente del paese, inclusi i miei genitori e i miei nonni, li preparava (insieme alla pinza) in occasione del Pan e Vin, il falò con cui si bruciava la "vecchia" come rito propiziatorio per l'anno nuovo, la sera dell'Epifania.

Torta cioccolato e rum

Era da tempo che volevo fare una torta al cioccolato "di quelle da leccarsi i baffi", il contrario del classico dolce vegano un po' insipido e "troppo salutare" che troviamo in certi ristoranti. Dopo vari esperimenti e ricerche, ecco la mia ricetta golosissima.

Girelle ripiene alla zucca (e cipolla)

Eh sì, mi sono fissata con la zucca. Risotti, gnocchi, timballi, torte... e adesso queste carinissime girelle ripiene. Per la ricetta mi sono ispirata a quella della bravissima Dunja Gulin, semplificandola e adattandola ai miei gusti più "rustici".

Ciambella alle noci e cacao

Mi è venuta l'idea di fare questa ciambella con le noci e il cacao dopo che alcuni nostri ospiti, dei cari amici molisani, ci hanno portato una valanga di noci raccolte dagli alberi del loro giardino.

Timballo di riso con zucca e patate

E' arrivato l'autunno, che ci dispensa un sacco di frutta e verdura buonissime, ricche di nutrienti. Per me il simbolo di questa stagione sono la zucca e le castagne. Ma poi ci sono i cavolfiori i broccoli i cachi le melagrane i funghi l'uva... Insomma c'è da sbizzarrirsi.

Strudel di patate e funghi

Da tempo volevo preparare uno strudel di verdure, da portarmi magari al lavoro per la pausa pranzo, ma non con la classica pasta sfoglia, bensì con un impasto più consistente e fragrante. La ricetta che ho sperimentato è molto facile da eseguire, per il ripieno ho scelto patate e funghi.

Plumcake integrale al limone

Al quinto tentativo ce l'ho fatta, a ottenere un plumcake soffice ma non gommoso! La farina integrale e il limone gli conferiscono un sapore particolare, buonissimo, dolce ma non eccessivamente. E che profumo...

Trofie al pesto di zucchine, basilico e patate

Una pietanza estiva che rivisita la tradizionale ricetta delle trofie al pesto. Gli ingredienti? Zucchine, patate, basilico, pinoli. Anche in estate abbiamo bisogno ogni tanto di un bel piatto sostanzioso... almeno io!

Ricerca per categoria Ricerca per categoria

Il Pentolino Magico
Indietro

Polpettine di miglio e ceci al limone

Polpettine di miglio e ceci al limone


Delle deliziose polpettine fatte con il miglio e i ceci, ricche di proteine e veloci da preparare. Da gustare insieme a "Una scatola gialla" di Pieter Gaudesaboos!

INGREDIENTI:
  • Ceci, 200 grammi
  • Miglio, 50 grammi
  • Limone, 1
  • Carota, 1
  • Pangrattato, q.b.
  • Olio extra vergine di oliva, q.b.
  • Sale, q.b.
DIFFICOLTA'
Media **
TEMPO DI PREPARAZIONE
TIPOLOGIA
Secondi
DOSI:
Per 10-15 polpettine

PREPARAZIONE:

​Dopo aver cotto i ceci (oppure potete utilizzare quelli già pronti in vasetto: io ad esempio uso quelli bio di Libera) frullateli con il succo di mezzo limone, la carota, l'olio e un pizzico di sale fino a ottenere una crema morbida ma abbastanza compatta.

Preparate il miglio. Io di solito faccio così: prima lo metto in un colino e lo lavo bene facendo scorrere l'acqua, poi lo verso in una padella e lo tosto qualche minuto (per renderlo più digeribile e gustoso). Infine lo travaso in un pentolino, lo copro con il doppio abbondante di acqua e faccio cuocere per una decina di minuti, finchè diventa morbido. Poi lo scolo. Se lo cuocete un po' troppo, niente di male in questo caso: il pappone che si formerà sarà di grande aiuto nel formare le polpette.

Adesso assemblate! In una ciotola mettete la crema di ceci e il miglio, mescolate bene e aggiungete man mano il pangrattato, fino a ottenere una consistenza tale da poter formare delle polpettine.

Una volta ottenute, potete cuocerle al forno (180° per una decina di minuti, con un filo d'olio) o in padella, sempre con un filo d'olio.

Prima di servire spruzzate le polpettine con il succo del limone rimasto.

E ora leggiamo Una scatola gialla. Ho abbinato questo delizioso libro per... il colore! Gialle le polpettine, grazie a ceci, miglio e carota e gialla la scatola misteriosa che viaggia da un mezzo di trasporto all'altro, rimpicciolendosi sempre di più, ma svelando solo alla fine il suo contenuto segreto (un po' come le polpette: carote e miglio ci sono ma non si vedono!). Un libro da leggere e con cui giocare (alla fine ci sono figure da tagliare e montare), con illustrazioni curatissime ispirate a quelle nordiche degli anni ‘50 (l'autore, designer e illustratore, è fiammingo) e una sorpresa finale.