Pizza e minestra

Pizza e minestra ("pizze e menestre") è un'antica ricetta del Molise, fatta con pochi e genuini ingredienti: farina di granturco e verdure di campo. Un piatto povero ma nutriente e delizioso, che veniva preparato soprattutto nel periodo invernale.

Tortelloni al ripieno di crema di ceci

Rivisitiamo una tradizione culinaria tipica dell'Italia settentrionale e in particolare dell'Emilia, con un piatto gustoso e leggero: tortelloni ripieni di crema di ceci.

Pancake alla vaniglia

Questa ricetta del pancake alla vaniglia è davvero semplice ed è perfetta per rendere speciale la vostra colazione, in pochissimo tempo.

Crumble di mele

Pomeriggio autunnale. L'atmosfera perfetta per un un tè e un dolce all'inglese, sperimentando il famoso crumble di mele: le mele vengono cotte in forno, e cosparse con uno strato di briciole (crumble, appunto) croccanti... Ovviamente senza burro, nel mio caso!

Pane cafone con pasta madre

Da anni "Donata" vive nel mio frigorifero. Me l'ha donata un amico che si chiama, naturalmente, Donato, che a sua volta l'ha ricevuta in regalo da Antonella: perché la pasta madre si regala, si "tramanda" di mano in mano. Da quella volta, appena posso, passo le domeniche a cimentarmi con il pane, la pizza, le brioches...

Torta delle rose con fichi e mandorle

La torta delle rose è un dolce tipico mantovano. Nonostante la sua ricetta preveda parecchio burro e uova, è stato incredibilmente semplice realizzare una squisita versione vegana.

Insalata di avocado

Fa bene al cuore, è antiossidante, ricco di proteine e vitamine, sali minerali e grassi "buoni" come gli omega 3. Ed è buonissimo... soprattutto se abbinato a verdure fresche ed estive, per un'insalata energizzante e rinfrescante.

Crostoli di Carnevale al forno

Paese che vai, nome che trovi. Dalle mie parti (in Veneto) si chiamano galani, crostoli; nella mia regione d'adozione (l'Emilia) frappe o sfrappole; in Piemonte bugie, in Lombardia chiacchiere... ma sono sempre gli stessi deliziosi dolci di Carnevale fatti con pochi e semplici ingredienti, rettangolari, cosparsi di zucchero a velo, fritti o al forno.

Torta con farina di mais

Avevo della farina di mais in scadenza e polenta ne ho già mangiata tanta... così mi sono inventata questa ricetta che credo sia una delle più semplici che abbia fatto: una torta leggera, fragrante, profumatissima, che richiede davvero pochi ingredienti e poco tempo.

Frittata con asparagi vegan

Primavera, tempo di asparagi. Bianchi, verdi, grandi, piccoli. I miei preferiti sono quelli selvatici, con il loro sapore leggermente amarognolo. Anche perché, volete mettere la soddisfazione di raccoglierli con le proprie mani?

Zaeti (o zaletti)

I zaeti sono dei biscotti tipici veneti (veneziani) realizzati con la farina per polenta. Quand'ero bambina la gente del paese, inclusi i miei genitori e i miei nonni, li preparava (insieme alla pinza) in occasione del Pan e Vin, il falò con cui si bruciava la "vecchia" come rito propiziatorio per l'anno nuovo, la sera dell'Epifania.

Torta cioccolato e rum

Era da tempo che volevo fare una torta al cioccolato "di quelle da leccarsi i baffi", il contrario del classico dolce vegano un po' insipido e "troppo salutare" che troviamo in certi ristoranti. Dopo vari esperimenti e ricerche, ecco la mia ricetta golosissima.

Girelle ripiene alla zucca (e cipolla)

Eh sì, mi sono fissata con la zucca. Risotti, gnocchi, timballi, torte... e adesso queste carinissime girelle ripiene. Per la ricetta mi sono ispirata a quella della bravissima Dunja Gulin, semplificandola e adattandola ai miei gusti più "rustici".

Ciambella alle noci e cacao

Mi è venuta l'idea di fare questa ciambella con le noci e il cacao dopo che alcuni nostri ospiti, dei cari amici molisani, ci hanno portato una valanga di noci raccolte dagli alberi del loro giardino.

Timballo di riso con zucca e patate

E' arrivato l'autunno, che ci dispensa un sacco di frutta e verdura buonissime, ricche di nutrienti. Per me il simbolo di questa stagione sono la zucca e le castagne. Ma poi ci sono i cavolfiori i broccoli i cachi le melagrane i funghi l'uva... Insomma c'è da sbizzarrirsi.

Ricerca per categoria Ricerca per categoria

Il Pentolino Magico
Indietro

Zuppa di Hulk

Zuppa di Hulk


Partiamo dal presupposto che so che a qualsiasi cosa verde servita in tavola verrà riservata una reazione che andrà dal sospetto (mica ci saranno verdure li dentro?) alla disperazione (ho fameeee ma non voglio una cosa con le verdure!). Per fortuna le passioni dei bambini, tanto momentanee quanto intense, possono venire in aiuto. E in questo caso la fase "Supereroi" mi ha aiutata parecchio nel dare una veste accettabile a questa delicata crema, ribattezzandola, ahimè, zuppa di Hulk. Una crema perfetta in questo periodo di primi freddi, in cui però sono ancora presenti sui banchi del mercato le ultime zucchine insieme ai primi broccoli. Le mandorle in scagliette conferiscono quel tocco croccante che dà soddisfazione.

INGREDIENTI:
  • Zucchine medie, 4
  • Broccolo verde, 1
  • Patata grande, 1
  • Lievito alimentare in fiocchi, 1 cucchiaio grande
  • Mandorle a scaglie o pinoli, q.b.
  • Olio extra vergine di oliva, q.b.
  • Sale, q.b.
DIFFICOLTA'
Facile *
TEMPO DI PREPARAZIONE
TIPOLOGIA
Primi
DOSI:
Per 4 persone

PREPARAZIONE:

Cuocete a vapore le zucchine, il broccolo e le patate (meglio farle a pezzettini più piccoli delle altre verdure).
 
Frullate tutto con un po' d'acqua (aggiungetela man mano, fino a ottenere la consistenza desiderata), olio, lievito alimentare e sale.
 
Versate nei piatti aggiungendo le scaglie di mandorla o i pinoli, mescolate e aggiungete qualche scaglia in superficie per decorare.
 
 
Cosa leggiamo? 
 
No, non temete, niente che abbia a che fare con Hulk. Il nome della crema basta e avanza. La lettura che vi propongo è delicata e semplice, ma fa bene al cuore proprio come questa crema (e ha tante illustrazioni – bellissime  nei toni del verde!). Un comfort book per un comfort food, insomma. "Mio padre mi ha insegnato ad avere pazienza. Mia madre mi ha spiegato che non sempre è bene aspettare. Da mia nonna Maria ho imparato che 'non c'è un minuto da perdere' ." Sono tanti i doni inconsapevoli che riceviamo dagli altri, piccoli e grandi insegnamenti che ci aiutano (parlo in seconda persona plurale perchè non riguarda solo i bambini) a camminare leggeri tra le dolcezze e le asprezze della vita. Grazie! è un libro sul saper riconoscere questi insegnamenti, ringraziare chi ce li ha trasmessi e ringraziare anche un po' noi stessi perché ne sappiamo godere. Leggetelo, anche se non avete più 5 anni, anche se non avete bambini e soprattutto anche se non vi piacciono i libri per bambini!
 
di Isabel Minhós Martins - Bernardo Carvalho
 
 
di Chiara Dondi