Indietro

Polpettine di miglio e ceci al limone

Polpettine di miglio e ceci al limone


Delle deliziose polpettine fatte con il miglio e i ceci, ricche di proteine e veloci da preparare. Da gustare insieme a "Una scatola gialla" di Pieter Gaudesaboos!

INGREDIENTI:
  • Ceci, 200 grammi
  • Miglio, 50 grammi
  • Limone, 1
  • Carota, 1
  • Pangrattato, q.b.
  • Olio extra vergine di oliva, q.b.
  • Sale, q.b.
DIFFICOLTA'
Media **
TEMPO DI PREPARAZIONE
TIPOLOGIA
Secondi
DOSI:
Per 10-15 polpettine

PREPARAZIONE:

​Dopo aver cotto i ceci (oppure potete utilizzare quelli già pronti in vasetto: io ad esempio uso quelli bio di Libera) frullateli con il succo di mezzo limone, la carota, l'olio e un pizzico di sale fino a ottenere una crema morbida ma abbastanza compatta.

Preparate il miglio. Io di solito faccio così: prima lo metto in un colino e lo lavo bene facendo scorrere l'acqua, poi lo verso in una padella e lo tosto qualche minuto (per renderlo più digeribile e gustoso). Infine lo travaso in un pentolino, lo copro con il doppio abbondante di acqua e faccio cuocere per una decina di minuti, finchè diventa morbido. Poi lo scolo. Se lo cuocete un po' troppo, niente di male in questo caso: il pappone che si formerà sarà di grande aiuto nel formare le polpette.

Adesso assemblate! In una ciotola mettete la crema di ceci e il miglio, mescolate bene e aggiungete man mano il pangrattato, fino a ottenere una consistenza tale da poter formare delle polpettine.

Una volta ottenute, potete cuocerle al forno (180° per una decina di minuti, con un filo d'olio) o in padella, sempre con un filo d'olio.

Prima di servire spruzzate le polpettine con il succo del limone rimasto.

E ora leggiamo Una scatola gialla. Ho abbinato questo delizioso libro per... il colore! Gialle le polpettine, grazie a ceci, miglio e carota e gialla la scatola misteriosa che viaggia da un mezzo di trasporto all'altro, rimpicciolendosi sempre di più, ma svelando solo alla fine il suo contenuto segreto (un po' come le polpette: carote e miglio ci sono ma non si vedono!). Un libro da leggere e con cui giocare (alla fine ci sono figure da tagliare e montare), con illustrazioni curatissime ispirate a quelle nordiche degli anni ‘50 (l'autore, designer e illustratore, è fiammingo) e una sorpresa finale.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.