Indietro

Pancake di farina di ceci e riso

Pancake di farina di ceci e riso


Piccoli e morbidissimi, i pancake di farina di ceci e riso sono perfetti per una cena, accompagnati da un patè vegetale (ottimi con quello di olive), o usati come "pane" per piccoli sandwich con verdure e formaggi veg. Buoni anche freddi, si possono portare ai pic-nic e alle feste. Sono veloci da fare e si possono preparare anche il giorno prima.

INGREDIENTI:
  • Farina di ceci, 100 gr
  • Farina integrale, 50 gr
  • Farina di riso, 50 gr
  • Bicarbonato, punta di un cucchiaino
  • Olio extra vergine di oliva, 2 cucchiai
  • Latte di soia (o acqua), q.b.
  • Aceto, q.b.
  • Sale, q.b.
DIFFICOLTA'
Media **
TEMPO DI PREPARAZIONE
TIPOLOGIA
Contorni

PREPARAZIONE:

Mescolate le farine, il sale, il bicarbonato. Aggiungete l'olio e il latte di soia (o l'acqua) piano, fino a ottenere una pastella liquida (la consistenza è all'incirca quella dell'uovo sbattuto). A questo punto versate un cucchiaino di aceto (io uso quello di mele) e aspettate che il composto faccia le bollicine!

Prendete una padella antiaderente e scaldatela un poco sulla fiamma, poi ungetela (attente a non scottarvi!) con un pezzetto di carta assorbente unta d'olio.

Ora versate un mestolino di composto, circa l'equivalente di due cucchiai, fino a formare una frittellina rotonda del diametro di 4-5 cm, lasciate cuocere (fuoco basso, mi raccomando) fino a che non si formano delle bollicine e si intravede la crosticina sotto. Con una palettina rovesciate delicatamente e finit la cottura per altri 2 o 3 minuti.

Procedete così fino alla fine dell'impasto.


Cosa leggiamo?

Questi pancake sono molto soffici e affondarci il dito è una tentazione, così restiamo in tema con un libro che inizia con un gioco in punta di dito. The game of top and tails di Hervè Tullet è un libro gioco senza parole costruito in modo classico ma molto divertente: le pagine interne sono tagliate al centro, in modo da poter comporre e scomporre all'infinito le immagini in esse contenute. Così quello che è tetto diventa base e viceversa, creando ogni volta una storia (o la possibilità di una storia) diversa. Un libro che i bambini di varie età si gusteranno e che cresce con loro: a 2 anni sono colpiti dai colori e dal gioco delle pagine, a 3 inizieranno a capire il meccanismo e a costruire immagini, dai 4 useranno le immagini per giocare con le storie.

Se non trovate questo, provate con altri libri di Tuillet (il mio bimbo ama molto la serie Turlututù), sono tutti molto divertenti, stimolanti e ricchi di trovate che faranno ridere e giocare i bambini, sempre in modo originale e mai banale (vi stupirete anche voi!).

 


Nessun commento. Vuoi essere il primo.
Il Pentolino Magico

Ricerca per categoria Ricerca per categoria