Disclosure
We and some selected partners use cookies or similar technologies as specified in the cookie policy. You can consent to the use of these technologies by closing this information, interacting with a link or button outside this information or continuing to browse in any other way.
Back

Risotto ai funghi porcini

Risotto ai funghi porcini



E' uno dei piatti autunnali per antonomasia, tipico della cucina italiana. E perfetto per queste giornate di fine ottobre. Io l'ho preparato con dei porcini freschissimi acquistati a una fiera sull'appennino tosco-emiliano (che segnalo perché mi son divertita un sacco con la gente del luogo: Tartufesta, a San Benedetto di Val di Sambro). Se poi avete tempo e "competenze" per procurarveli da soli con un bel giretto nel bosco, ancora meglio!

Ingredients:
  • riso (arborio, carnaroli o vialone nano), 2 bicchieri
  • porcini, 300 grammi
  • cipolla bianca
  • prezzemolo fresco, 1 mazzetto
  • vino bianco, 1 bicchiere
  • olio extra vergine di oliva, 3-4 cucchiai
  • dado vegetale, 2 cubetti
  • burro vegetale, 3 cucchiaini
  • pepe
Difficulty
Media **
Preparation time
40-50 minuti
Typology
Primi
DOSI:
Per 2-3 persone
 


Preparation:

Preparate il brodo vegetale mettendo sul fuoco una pentola con un litro d'acqua e i due dadi. 

Pulite i funghi togliendo con il coltello l'estremità del gambo e passando su ognuno uno strofinaccio bagnato (sconsiglio di lavarli sotto l'acqua). Quindi affettateli.

Funghi porciniTritate finemente la cipolla e fatela soffriggere con l'olio in una padella antiaderente ampia e profonda. Prima che la cipolla imbiondisca, aggiungete il riso e fatelo rosolare, mescolando di tanto in tanto, per 4 minuti.

Aggiungete metà dei porcini e continuate a mescolare, per altri 3 minuti. 

Versate mezzo bicchiere di vino bianco e mescolate finché si assorbe. E a questo punto mettete i porcini rimanenti.

Aggiungete il brodo gradualmente, mescolando e mantenendo sempre il riso piuttosto asciutto, fino a cottura completa (consiglio di lasciare il riso piuttosto al dente). 

Versate ancora mezzo bicchiere di vino e mescolate sempre a fuoco acceso, quindi aggiungete il burro, il prezzemolo tritato e il pepe e mescolate ancora (l'aspetto noioso del risotto, a mio avviso, è che bisogna mescolare spesso... come si può notare sad).

Impiattate e decorate con un rametto di prezzemolo.

ricetta, risotto, porcini, tartufesta, burro vegetale, dado vegetale, val di sambro, appennino emiliano, ricette



Ti potrebbe interessare anche:


Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.