Disclosure
We and some selected partners use cookies or similar technologies as specified in the cookie policy. You can consent to the use of these technologies by closing this information, interacting with a link or button outside this information or continuing to browse in any other way.

Riso al latte (di mandorla)

Riso al latte (di mandorla)



Il riso al latte o "risolatte" è un dolce di origine popolare che fa parte della tradizione lombardo-piemontese ma non solo. Ad esempio è diffuso anche in Grecia, con il nome di "risogalo". Un piatto semplice, fatto con pochi ingredienti, che con i suoi profumi mi riporta all'infanzia. Si può gustare al cucchiaio in qualsiasi momento della giornata.

Ingredients:
  • Riso (carnaroli, vialone nano, roma), 150 gr
  • Bevanda di mandorla, 1/2 litro
  • Cannella, 1 bastoncino
  • Vaniglia, 1/2 bacello
  • Limone, 1 scorza
  • Sale, 1 pizzico
Difficulty
Facile *
Preparation time
10-20 minuti
Typology
Primi
Dolci
DOSI:
4 persone
 


Preparation:

Mettete la bevanda di mandorla in un pentolino sul fornello a fuoco medio e aggiungete un pizzico di sale.

Tagliate a metà il baccello di vaniglia in senso longitudinale e con un coltello estraetene i semi, che andranno messi nella bevanda insieme al baccello. 

Aggiungete la stecca di cannella (metà) e quando il latte di mandorla bolle aggiungete anche il riso (fate attenzione che il latte tende a fare una grande schiuma).

A questo punto abbassate il fuoco e girate spesso per evitare che il riso si attacchi sul fondo, continuate finché il riso non sarà morbido.

Fate raffreddare e servite come dolce o merenda.

riso, riso con il latte, risolatte, risogalo, ricette lombarde, riso al latte, riso e latte, ricette




Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

Fragole e cioccolato fondente

Fragole e cioccolato fondente



Le fragole con il cioccolato sono una combinazione di sapori strepitosa, oltre che un dessert vegano e primaverile velocissimo da preparare, per pause golose o in caso di ospiti inattesi! Eccovi la mricetta, semplice semplice.

Ingredients:
  • Fragole, 4 hg (14-15 fragole di media grandezza)
  • Cioccolato fondente, 200 gr
Difficulty
Facile *
Preparation time
10-20 minuti
Typology
Dolci
DOSI:
Per 3 persone
 


Preparation:

Mentre il cioccolato si scioglie a bagnomaria lavate le fragole in acqua fredda (se tenete all'aspetto estetico non eliminate i loro bei ciuffetti verdi).

Quando il cioccolato si sarà sciolto mescolatelo bene e immergetvi le fragole una ad una (dopo averle asciugate bene).

Posatele su un piatto ricoperto di carta da forno e mettetele in frigo per un'oretta.

Consiglio di tenerle una decina di minuti fuori dal frigo prima di servirle, per gustare al massimo il loro sapore.

cioccolato, vegan, fragole, dessert, primavera, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


Add Comment
Sonya L.
Strepitosamente buono emoticon Love it!
Posted on 4/10/15 12:34 PM.

Lasagne vegane

Lasagne vegane



Un buon piatto di lasagne fatte in casa piace proprio a tutti. Ma non tutti sanno che si può realizzare anche in un'ottima versione vegana, con piena soddisfazione anche dei paladini del rirpieno al ragù! Ecco la mia ricetta, testata con successo sugli amici onnivori.

Ingredients:
  • Per l'impasto:
  • Semola rimacinata di grano duro, 170 gr
  • Farina di grano tenero tipo 0, 80 gr
  • Sale, un pizzico
  • Curcuma, un pizzico
  • Acqua, 125 ml
  • Per il condimento:
  • Piselli lessati, 240 gr
  • Salsa di pomodoro, 240 gr
  • Besciamella vegetale, 200 gr
  • Grana vegetale (facoltativo), q.b.
  • Cipolla, mezza
  • Aglio, 1 spicchio
  • Sale, q.b.
  • Olio extra vergine di oliva, q.b.
Difficulty
Media **
Preparation time
> 1 ora
Typology
Primi
DOSI:
Per 4 persone
 


Preparation:

 

Su una spianatoia o in una ciotola impastate le due farine con il sale, la curcuma  e l'acqua. Una volta che avrete ottenuto un impasto liscio e omogeneo, create un panetto e avvolgetelo nella pellicola, quindi riponetelo in frigo.

 

In una pentola fate soffriggere a fuoco medio la cipolla tritata e lo spicchio d'aglio finché non imbiondiscono.

Aggiungete i piselli e lasciateli cuocere qualche minuto, in modo che si insaporiscano. Quindi aggiungete la salsa di pomodoro, un filo d'acqua, e lasciate sobbollire per alcuni minuti.

 

Tirate fuori l'impasto dal frigo, dividetelo in quattro parti e stendete con il mattarello delle sfoglie molto sottili, indicativamente della dimensione della teglia rettangolare che verrà utilizzata.

Cuocetele in acqua bollente salata per 20 secondi e stendetele su un piano, singolarmente.

 

 

Sfoglia per lasagne vegan

 

 

Sul fondo della teglia versate un goccio d'olio e un po' di sugo. 

Adagiate una sfoglia, quindi versate uno strato di sugo e uno di besciamella, alternando fino ad aver utilizzato le quattro sfoglie. Sopra l'ultima potete stendere un po' di sugo senza besciamella e grattugiare finemente del grana vegetale.

 

Cuocete per 25 minuti in forno a 200 gradi, gli ultimi minuti potete impostare la modalità grill per rendere la superficie più croccante.

 

Buon Appetito e "buon pro vi faccia", come diceva mia nonna!

vegan, verdure, lasagna, lasagne, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

sfoglia_lasagne_vegan.jpg

sfoglia_lasagne_vegan.jpg (Version 1.0)

Thumbnail Uploaded by Marco Lalla, 2/16/21 11:49 AM
Average (0 Votes)

Version 1.0

Last Updated by Marco Lalla
2/16/21 11:49 AM
Status: Approved
Download (142k) Get URL.
Version History
Version Date Size  
1.0 5 Months Ago 142k
Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

lasagne

Average (0 Votes)

polpette_ceci_preparazione.jpg

polpette_ceci_preparazione.jpg (Version 1.0)

Thumbnail Uploaded by Marco Lalla, 2/2/21 11:57 AM
Average (0 Votes)

Version 1.0

Last Updated by Marco Lalla
2/2/21 11:57 AM
Status: Approved
Download (206k) Get URL.
Version History
Version Date Size  
1.0 5 Months Ago 206k
Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

polpette_ceci_frittura.jpg

polpette_ceci_frittura.jpg (Version 1.0)

Thumbnail Uploaded by Marco Lalla, 2/2/21 11:57 AM
Average (0 Votes)

Version 1.0

Last Updated by Marco Lalla
2/2/21 11:57 AM
Status: Approved
Download (207k) Get URL.
Version History
Version Date Size  
1.0 5 Months Ago 207k
Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

polpette

Average (0 Votes)

2020

Average (0 Votes)

ricette

Average (0 Votes)

Pinza trevigiana

Pinza trevigiana



Diffusa in tutto il Veneto, la pinza è un dolce povero della tradizione contadina, che ancora oggi si usa preparare la sera della vigilia dell'Epifania, in occasione del "panevin" (falò di inizio anno con cui i contadini bruciano "a vecia", simbolo delle cose vecchie, e salutano l'anno appena iniziato). Mio nonno, pasticcere, preparava la pinza più buona che abbia mai assaggiato. Questa è la sua ricetta in versione vegana: non sarà mai la pinza che faceva lui ma è davvero molto buona.

Ingredients:
  • Farina di mais, 400 gr
  • Farina 00, 600 gr
  • Mela, 1
  • Gherigli di noce, 250 gr
  • Pinoli, 100 gr
  • Uvetta, 250 gr
  • Semi di finocchio, 2-3 cucchiai
  • Limone, 1
  • Zucchero, 150 gr
  • Olio extra vergine di oliva, 100 gr
  • Acqua, 1,3 l
  • Rum, 1 bicchiere
Difficulty
Media **
Preparation time
> 1 ora
Typology
Dolci
DOSI:
Per 8 persone
 


Preparation:

Mettete a bagno l'uvetta nel rum qualche ora prima.

Mescolate le due farine in una ciotola con lo zucchero.

Fate bollire l'acqua e versatela lentamente nella ciotola, quindi mescolate con un frustino facendo attenzione alla formazione di grumi. Aggiungete l'olio e continuate a mescolare.

Incorporate nell'impasto i gherigli di noce tritati, l'uvetta scolata e strizzata, i pinoli, la mela e la buccia di limone grattugiate.

Preparate uno stampo rettangolare coperto da carta da forno e versatevi l'ìimpasto tenendo un'altezza di circa 4 cm, infornate a 180 gradi e fate cuocere per circa 45 minuti.

Lasciate raffreddare e servite.

ricetta, vegan, pinza, trevigiana, veneto, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


Add Comment
Leonardo
Ciao,
Ho appena assaggiato la "pinza" realizzata seguendo la tua ricetta ed è davvero buona.
Io ho modificato leggermente gli ingredienti: al posto della farina 00 ho usato quella di semola rimacinata, ho usato lo zucchero di canna tipo muscovado (che ha donato un colore marroncino all'impasto), e ho utilizzato 200ml di acqua in meno visto che l'impasto era già bello fluido anche senza, e poi ho sciolto lo zucchero a parte prima di mescolarlo con la farina perché il muscovado non si sgrana facilmente.
Ti faccio un solo appunto le dosi degli ingredienti sono veramente generose e mi sono uscite 2 teglie con altezza della pinza di circa 2,5cm (ci sarei dovuto arrivare da solo calcolando i volumi in gioco...): sarebbe stato meglio segnalarlo nella ricetta.
Mi ricorda molto il castagnaccio, mi piacciono i dolci "poco dolci" come questo.
Grazie per averlo condiviso.
Posted on 10/15/16 10:54 PM.

Plumcake integrale al limone

Plumcake integrale al limone



Al quinto tentativo ce l'ho fatta, a ottenere un plumcake soffice ma non gommoso! La farina integrale e il limone gli conferiscono un sapore particolare, buonissimo, dolce ma non eccessivamente. E che profumo...

Ingredients:
  • Farina integrale di grano tenero, 250 gr
  • Amido di mais, 100 gr
  • Zucchero, 150 gr
  • Limoni, 3
  • Acqua, 250 gr
  • Olio di semi di mais, 100 gr
  • Lievito, 18 gr
  • Sale, 1 pizzico
  • Latte di soia, 0,5 l
  • Amido di mais, 2 cucchiai
  • Zucchero, 2 cucchiai
Difficulty
Media **
Preparation time
30-40 minuti
Typology
Dolci
 


Preparation:

Mescolate insieme gli ingredienti secchi: la farina, l'amido, lo zucchero, il lievito, la buccia grattugiata di due limoni (dopo averli lavati).

In una ciotola a parte mescolate l'olio con l'acqua e il succo di uno dei limoni, versate il liquido ottenuto nell'altra ciotola aggiungendo un pizzico di sale e mescolate bene fino a ottenere un composto cremoso e senza grumi.

Versate il composto in uno stampo ricoperto di carta di forno o oliato e infornate a 175° (forno preriscaldato) per circa 30 minuti.

Mentre il dolce cuoce preparate la farcitura:

In un pentolino versate il latte di soia e immergetevi la buccia di un limone, quindi portate a ebollizione, spegnete e lasciate riposare per circa un'ora.

Dopodiché versatevi l'amido di mais e lo zucchero mescolando con un frustino in modo che non si formino grumi.

Rimettete il pentolino sul fuoco e mescolate di tanto in tanto, portando a ebollizione: quando bolle continuate a mescolare per qualche secondo, finché non si sarà formata una bella crema densa (e profumatissima di limone). A questo punto spegnete il fuoco.

Nel frattempo il vostro dolce sarà uscito dal forno e lo avrete messo a raffreddare. Una volta pronto toglietelo dallo stampo, adagiatelo su un vassoio e tagliatelo a metà in senso longitudinale.

"Alzate il coperchio", spalmate uno strato consistente di crema e "richiudete".

Spolverizzate con zucchero a velo e servite una volta che la crema si sarà raffreddata.

Poi ditemi se non è una bontà smiley

P.S. se vi avanza della crema mettetela in una coppetta e decorate con delle bucce di limone tagliate a listarelle sottili... riponete in frigo e... usatela come dessert post cena, ad esempio.

 

 

 

 

 

 

 

vegan, crema, integrale, limone, plumcake, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

Pizza e minestra

Pizza e minestra



Pizza e minestra ("pizze e menestre") è un'antica ricetta del Molise, fatta con pochi e genuini ingredienti: farina di granturco e verdure di campo. Un piatto povero ma nutriente e delizioso, che veniva preparato soprattutto nel periodo invernale. Eccovi la ricetta che mi ha dato un molisano doc!

Ingredients:
  • Farina di mais, 300 gr
  • Verdure di campo (cime di rapa, cicoria, bietola), 300 gr
  • Peperoncino, 1
  • Aglio, 1 spicchio
  • Olio evo, q.b.
  • Sale, q.b.
Difficulty
Facile *
Preparation time
30-40 minuti
Typology
Primi
DOSI:
Per 2 persone
 


Preparation:

 
Preriscaldate il forno a 180°.
 
Nel frattempo mescolate la farina con due cucchiai di olio, due pizzichi di sale e dell'acqua calda (da aggiungere gradualmente), fino a ottenere un impasto morbido ma abbastanza asciutto.
 
Ricoporite una teglia con carta da forno e disponetevi l'impasto, al quale avrete dato una forma rotonda e schiacciata (dello spessore di circa 1 cm e mezzo).
Se vi va, tracciate con un coltello delle linee che si incrociano in modo da formare dei rombi.
Quindi infornate per circa 30 minuti, o comunque fino a quando non vedrete che l'impasto è bello dorato e dall'aspetto croccante.
 
 
Pizza e minestra
 
 
Nel frattempo tagliate e lavate le verdure, fatele lessare e quindi saltatele in una padella dove avrete fatto soffriggere olio, aglio e peperoncino (non buttate l'acqua di cottura che vi servirà per il brodo).
 
Mettete le verdure nei piatti con un po' del brodo di cottura. Quindi aggiungete la pizza, dopo averla divisa in tanti pezzetti seguendo le linee tracciate prima di infornarla.
 
Mescolate gli ingredienti in modo che la pizza si ammorbidisca un po' e... buon appetito! 
 
 
 
 
 
ricetta, vegan, pizza e minestra, cucina molisana, piatti poveri, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

Pizza e minestra.jpg

Pizza e minestra.jpg (Version 1.0)

Thumbnail Uploaded by Marco Lalla, 1/2/21 1:10 PM
Average (0 Votes)

Version 1.0

Last Updated by Marco Lalla
1/2/21 1:10 PM
Status: Approved
Download (794k) Get URL.
Version History
Version Date Size  
1.0 6 Months Ago 794k
Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

Tortellini vegani

Tortellini vegani



Sto per proporvi quella che per molti è un'eresia, una profanazione. La ricetta dei tortellini vegani! Sono uno dei piatti italiani più amati e cucinati, nella versione in brodo, durante le feste di Natale. Soprattutto nella regione che mi ha adottato, l'Emilia-Romagna. Quando ero piccola erano i protagonisti sulla tavola, il 25 dicembre. Anche se sospetto che mia madre li comprasse già pronti. Ora che non voglio più mangiare carne e latticini ho provato a ricreare questo piatto con ingredienti vegetali: sono soddisfattissima del risultato. Provateci e ditemi se non sono degni del migliore pranzo natalizio!

Ingredients:
  • Per l'impasto:
  • Farina rimacinata di semola, 120 gr
  • Farina 0, 80 gr
  • Acqua, 95 gr
  • Olio extra vergine di oliva, 5 gr
  • Curcuma, q.b.
  • Per il ripieno:
  • Seitan, 125 gr
  • Lenticchie, 125 gr
  • Grana vegetale (si trova nei negozi bio tipo Naturasì), 50 gr
  • Aglio, 1 spicchio
  • Cipolla, mezza
  • Rosmarino, 1 rametto
  • Alloro, 1 foglia
  • Olio extra vergine di oliva, q.b.
  • Noce moscata, q.b.
  • Salsa di soia, q.b.
Difficulty
Elaborata ***
Preparation time
> 1 ora
Typology
Primi
DOSI:
Per 4-6 persone
 


Preparation:

Iniziate preparando la sfoglia.

In una ciotola o spianatoia mescolate le due farine, un pizzico di sale, un cucchiaino di curcuma e aggiungete l'acqua. Mescolate e impastate fino a ottenere un panetto non troppo morbido e liscio.

Avvolgetelo in un pezzo di pellicola e lasciatelo riposare in frigo.

 

Nel frattempo preparate il ripieno.

Rosolate in una padella, per qualche minuto, l’aglio con la salvia e l'alloro, quindi aggiungete il sedano e la cipolla sminuzzati. 

Aggiungete il seitan tagliato a pezzi, il grana grattugiato, il rametto di rosmarino e le lenticchie. Fate cuocere per qualche minuto  a fuoco medio e sfumate con un po’ di salsa di soia.

Togliete la foglia di alloro e il rosmarino, aggiungete un pizzico di noce moscata, sale, pepe, un filo d'olio e frullate il tutto. Lasciate raffreddare.

 

tortellini

 

Siamo pronti per la parte più impegnativa e divertente, la chiusura dei tortellini.

Stendete l'impasto con il mattarello, la sfoglia deve essere molto sottile. Tagliate tracciando delle linee orizzontali e verticali distanti tra loro 4 centimetri, formando dei quadrati. 

Al centro di ogni quadrato mettete una piccola pallina di impasto.

E adesso... come si chiudono? Prendete una punta del quadrato e piegatela sulla punta opposta, ottenendo una specie di triangolo che schiaccerete con le dita su due lati, sigillandoli. Spingete verso l'alto la base del triangolo (il lato non schiacciato) e unite le due punte facendo una leggera pressione. 

Potete cucinarli pochi minuti in acqua bollente e condirli con olio e salvia, oppure fare come me che li ho mangiati con un bel brodo vegetale.

Buon Appetito e, come diceva mia nonna, buon pro vi faccia!

 

 

ricetta, tortellini, brodo, tortellini in brodo, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

Strudel di mele

Strudel di mele



Lo strudel è un dolce tipico della mia regione (Veneto) e in generale di tutta l'Italia del Nordest, le sue origini sono però da ricondurre alla Turchia. Ne esistono diverse versioni ma gli ingredienti tipici sono uvetta, mele, cannella, noci o pinoli. Poi c'è chi lo fa con la pasta frolla, chi con la sfoglia... ecco la mia versione, che si discosta pochissimo da quella più tradizionale.

Ingredients:
  • Farina tipo 0, 300 gr
  • Amido di mais, 1 cucchiaio
  • Acqua, 150 gr
  • Olio extra vergine di oliva, q.b.
  • Sale, 1 pizzico
  • Mele gialle, 5
  • Pinoli, 50 gr
  • Pangrattato, 2 cucchiai
  • Zucchero, 3 cucchiai
  • Marmellata di albicocche, 2 cucchiai
  • Cannella, q.b.
  • Succo di mezzo limone
Difficulty
Media **
Preparation time
> 1 ora
Typology
Dolci
DOSI:
Per 6 persone
 


Preparation:

Preparate la pasta sfoglia impastando farina, amido, olio, acqua e un pizzico di sale. Mettete l'impasto a riposare in frigo, avvolto da una pellicola, per un'ora. Dopodiché stendetelo con un mattarello, stendete sulla superficie un po' di olio ed eseguite le pieghe. Quindi avvolgete l'impasto nella pellicola e riponetelo in frigo. Questa operazione va ripetuta almeno 10 volte ogni 20-30 minuti.

Nel frattempo pelate e lavate le mele, tagliatele in piccoli pezzettini e metettele in una ciotola, dove aggiungerete i pinoli, lo zucchero, il pangrattato, il succo di mezzo limone e la cannella. Quindi mescolate.

Stendete la pasta sfoglia molto sottile, dandole una forma rettangolare. Stendete sopra la pasta un velo di marmellata e adagiate sopra la frutta, in forma rettangolare, lasciando spazio sui lati per richiudere lo strudel.

Una volta chiuso, bagnate la superficie con un po' d'acqua e versate sopra un po' di zucchero, in modo che si caramelli durante la cottura.

Cuocete in forno a 180 gradi per circa mezz'ora.

 

 

vegan, strudel, mele, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

Crostata ai mirtilli

Crostata ai mirtilli



E' una delle classiche, intramontabili, torte della nonna. Come non provare a farla "in salsa" vegana? Molte ricette propongono l'utilizzo esclusivamente dell'olio (d'oliva o di semi), ma personalmente non mi piace il sapore che dà al dolce. La soluzione? Un mix di burro vegetale, olio e latte di mandorla.

Ingredients:
  • Farina tipo 0, 250 gr
  • Zucchero, 100 gr
  • Burro vegetale, 100 gr
  • Olio di semi di girasole, 40 gr
  • Latte di mandorla, q.b.
  • Vanillina, 1 bustina
  • Marmellata di mirtilli, 150 gr
  • Buccia grattugiata di limone, 1
  • Sale, 1 pizzico
Difficulty
Media **
Preparation time
> 1 ora
Typology
Dolci
 


Preparation:

Mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, la vanillina, il sale, la buccia di limone e mescolateli.

Aggiungete il burro e l'olio e iniziate a impastare, versando all'occorrenza un po' di latte di mandorla finché non otterrete un impasto solido e compatto da riporre in frigo avvolto in pellicola trasparente per circa un'ora.

Prendete i due terzi dell'impasto e stendeteli sul fondo di una teglia rotonda, con uno spessore di circa 1 cm e mezzo. 

Quindi stendete sopra la marmellata, prendete la pasta avanzata, stendetela con un mattarello (o un bicchiere) e tagliate delle striscioline da adagiare sopra la marmellata, formando il classico "reticolato".

Infornate a 180° per circa 40 minuti. 

 

vegan, crostata, marmellata, pasta frolla, mirtilli, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

Marmellata di albicocche

Marmellata di albicocche



Ho così tante albicocche in casa (di un produttore della zona che voglio pubblicizzare perché sono buonissime: l'azienda agricola Tampieri di Dozza), che ho pensato di fare una marmellata. La mia prima marmellata. Ottima (merito soprattutto della materia prima!).

Ingredients:
  • Albicocche mature, 1 kg
  • Zucchero, 500 gr
  • Acqua, 200 ml
  • Limone, 1
Difficulty
Media **
Preparation time
> 1 ora
Typology
Dolci
DOSI:
Per 2 vasetti
 


Preparation:

Prendete le albicocche, lavatele, asciugatele e tagliatele a pezzetti. Mettetele a macerare in una ciotola coperta da pellicola trasparente per circa 12 ore, in frigo, dopo averle mescolate insieme allo zucchero e al limone. 

Procedete quindi con la sterilizzazione dei vasetti di vetro: lavateli, immergeteli interamente, con l'apertura verso l'alto, in una pentola piena d'acqua, dove avrete precedentemente messo uno strofinaccio per foderare l'interno e avvolgere i vasetti stessi, in modo  che non si urtino tra loro, rompendosi. Portate a ebollizione a fuoco vivace, quindi abbassate il fuoco e continuate l'ebollizione per una trentina di minuti, aggiungendo anche i coperchi una decina di minuti prima di spegnere. Una volta raffreddatasi l'acqua, scolate i vasetti mettendoli capovolti su un panno pulito. 

Quindi versate le albicocche in una pentola e mettetela sul fuoco, portandole a ebollizione, e mescolando ogni tanto. Se durante la cottura si formerà della schiuma, toglietela con un cucchiaio.

Dopo circa trenta minuti di cottura verificate se la vostra marmellata è pronta, lasciandone cadere una "goccia" su un piattino: se resta compatta, è fatta.

A questo punto spegnete il fuoco e versate il composto nei barattoli perfettamente asciutti, chiudeteli e capovolgeteli su un piano.

Una volta raffreddati, immergete i vasetti a testa in giù in una pentola piena d'acqua (usando anche qui lo strofinaccio) e portateli ad ebollizione, abbassando poi la fiamma e continuando la bollitura per circa 30 minuti.

Spegnete il fuoco e una volta che l'acqua si sarà raffreddata estraete i vasetti. asciugateli e riponeteli in un luogo buio.

A questo punto dovrete solo aspettare un mesetto per assaggiare la vostra meravigliosa marmellata! surprise

 

 

ricetta, marmellata, estiva, albicocche, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

Brioche ripiene

Brioche ripiene



Le brioche ripiene sono un dolce perfetto per la colazione. Si possono farcire con marmellata oppure crema di nocciola, o di cacao. La preparazione non è molto impegnativa, l'importante è farle lievitare a lungo, magari tutta la notte. Per poi infornarle il mattino presto e gustarle ancora tiepide e fragranti. Ecco la mia ricetta vegana. O meglio, volendo essere onesti, le ha fatte il mio compagno.

Ingredients:
  • Farina tipo 0, 250 gr
  • Zucchero di canna, 70 gr
  • Malto, 1 cucchiaino
  • Olio di semi di mais, 30 gr
  • Lievito di birra fresco, Mezzo cubetto
  • Acqua, 120 gr
  • Vanillina, 1 bustina
  • Buccia di Limone o Arancia, 1
  • Marmellata o crema di nocciola, a piacere
  • Sale, 1 pizzico
  • Zucchero a velo, a piacere
Difficulty
Media **
Preparation time
> 1 ora
Typology
Dolci
DOSI:
Per 15 brioche
 


Preparation:

Disponete la faria a fontana su una spianatoia.

Al centro metette tutti gli ingredienti (a parte marmellata e zucchero a velo), quindi impastate, fino a ottenere un panetto morbido.

Fate lievitare almeno due ore l'impasto protetto da un panno e al riparo da correnti d'aria.

Stendete la pasta con il mattarello in modo che abbia una forma rotonda e uno spessore di circa 3 millimetri. 

Con il coltello tagliate dei triangoli isosceli, partendo dal centro, in cui l'altezza è lunga circa tre volte la base.

Adagiate sul triangolo, a circa due centimetri dalla base, un cucchiaino di marmellata o del ripieno che preferite.

Arrotolate la pasta su se stessa partendo dalla base ed ecco pronta la prima brioche.

Una volta riposte tutte le brioche su una teglia coperta da carta da forno, lasciatele lievitare coperte d aun panno tutta la notte. 

 

 

Svegliatevi di buon'ora per infornare le vostre brioche a 180° per 20-25 minuti, dopo averle spennellate con acqua e aver versato sopra qualche granello di zucchero. 

Una volta sfornate, potete cospargerle di zucchero a velo.

Et voilà, les brioches sont fait :)

 

 

marmellata, colazione, brioche, cornetti, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.

Biscotti alla nocciola

Biscotti alla nocciola



Con questa ricetta, semplicissima, si ottengono dei biscotti dolci e fragranti, con un sapore di nocciola deciso ma non "invadente". Cucinarli è stato un po' come tornare alla mia infanzia, ai miei primi tentativi in cucina. Da provare anche la versione con le mandorle!

Ingredients:
  • farina di grano tenero, 280 grammi
  • burro vegetale, 200 grammi
  • zucchero a velo, 90 grammi
  • nocciole tritate, 100 grammi
Difficulty
Facile *
Preparation time
30-40 minuti
Typology
Dolci
DOSI:
Per 2 persone (e 4 colazioni)
 


Preparation:

Mettete farina, burro e lo zucchero a velo (lasciatene da parte qualchegrammo per la spolverata finale) in una ciotola e impastateli insieme, prima con le mani poi con un cucchiaio di legno. 

Aggiungete le nocciole tritate con il frullatore o, più semplicemente, con un bicchiere smiley e mescolate ancora.

Lasciate l'impasto a riposare in frigo per un'oretta, coperto da una pellicola.

Quindi date forma ai biscotti: io ho usato una teglia con le formine a spicchio tipo i biscotti del Mulino Bianco che andavano molto di moda quand'ero bambina (non perché mi piacessero, ma quella avevo), ma vanno benissimo anche le vostre mani per dare ai biscotti la forma che preferite. Tenete conto che non lieviteranno.

Adagiateli su una teglia coperta da carta da forno e infornate a 200 gradi per 25 minuti. 

Sfornate e cospargete di zucchero a velo.

 

 

ricetta, biscotti, nocciola, vegan, zucchero a velo, ricette



Ti potrebbe interessare anche:



Average (0 Votes)


No comments yet. Be the first.